homepage IIR
NEWS  |  FAQ  |  CONTATTI  |  DOWNLOAD  |  MAPPA  |  ULTIMI AGGIORNAMENTI
Rame e Salute
CHI SIAMOSOCIATTIVITA'RAMEAPPLICAZIONIRAME E SALUTERAME E AMBIENTELINKS
RAME E SALUTE

VRA: dossier completo
VRA: brochure dell'ECI (ing)
VRA: brochure dell'ECI (ita)
VRA: kit informativi

VRA

"Innovazione per noi significa anche sfruttare le conoscenze e la tecnologia per produrre rame nel modo più sicuro ed eco-compatibile. Ed è qui che entra in gioco la nostra recente valutazione volontaria del rischio per il rame (VRA): l'industria del rame è stata la prima in Europa a portare a termine un processo che ha dimostrato ai legislatori di ogni paese che noi abbiamo anticipato severe linee di condotta a tutela della salute, della sicurezza e dell'ambiente. Questa VRA è la prova che abbiamo già adempiuto al nostro dovere di sollecitudine e che siamo già pronti per REACH. Siamo e continueremo a essere innovativi, preparati. In una parola, avanguardia."

John Schonenberger, Direttore generale European Copper Institute


Nel corso dell'anno 2000 l'European Copper Institute, per conto della Industria europea del rame ha deciso volontariamente di presentare una valutazione dei rischi (Voluntary Risk Assessment, VRA) connessi alla produzione, utilizzo e fine vita del rame metallico, delle polveri di rame e di quattro suoi composti.

Il processo di valutazione è stato concordato con l'Istituto Superiore di Sanità, essendo l'Italia il paese incaricato della revisione per conto della Commissione Europea e degli Stati Membri dell'Unione; l'Istituto Superiore di Sanità ha esaminato le procedure, fornito una guida sulle metodologie e riveduto i risultati.

Nel maggio 2005 l'Italia, per conto dell'European Copper Institute, ha sottoposto alla revisione della Commissione Europea e degli Stati Membri una bozza di un documento di valutazione del rischio. Il processo di revisione è stato completato nell'Aprile del 2008, dopo tre anni di analisi dettagliate e migliorative.
Il dossier sulla valutazione del rischio è stato approvato dal Technical Committee for New and Existing Substances (TCNES) della Commissione Europea; lo Scientific Committee on Health and Environmental Risk (SCHER) della Commissione Europea ha svolto una valutazione finale ed ha ulteriormente approvato le conclusioni sulla caratterizzazioni dei rischi per l'ambiente e la salute umana.

La valutazione complessiva, che copre gli aspetti della produzione, utilizzo e fine vita della catena del valore del rame, mostra che il quadro legislativo vigente garantisce in generale l'ambiente, la salute degli addetti all'industria e la popolazione europea.

Le principali conclusioni raggiunte dalla Commissione Europea e dagli esperti degli Stati Membri sono le seguenti:

Per accedere ad un riassunto della valutazione del rischio del rame, leggi la brochure dell'ECI (la traduzione in italiano è qui); il dossier completo di 1800 pagine (in inglese) è scaricabile dal sito dell'ECI e da quello dell'European Chemical Agency (ECHA).
Per accedere ai kit informativi, clicca qui.

ISTITUTO ITALIANO DEL RAME | VIA DEI MISSAGLIA, 97 - Palazzo A1 - 20142 MILANO | TEL. 02 89301330 - FAX: 02 89301513 | E-MAIL: INFO@IIR.IT